Loading...
Alla mia Cara Mamma nel giorno del suo Compleanno
Anno:  
1974
Regista:  
Luciano Salce
Cast:  
Paolo Villaggio, Eleonora Giorgi, Lila Kedrova, Antonino Faa Di Bruno, Orchidea De Santis
Paese:  
Italia
Durata:  
105 min
1
8731
Storia
 
HD

Paolo Villaggio è il protagonista del film “Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno” di Luciano Salce, una commedia italiana tutta da ridere. La trama parla di Fernando, un adulto che vive ancora con la madre, suo fratello e sua sorella nell’immensa tenuta della famiglia. Il grande affetto della Contessa Mafalda (Lila Kedrova) ha reso il figlio molto viziato ma soprattutto con un forte complesso edipico, non riuscendo a socializzare con le persone dell’altro sesso. La situazione cambia con l’arrivo della nuova domestica, Angela (interpretata dalla bellissima Eleonora Giorgi), che darà il via ad una commedia made in Italy.

Paolo Villaggio, volto di spicco di questa commedia, non ha bisogno di presentazioni, capace di attraversare generazioni ed epoche, diventando il simbolo della comicità italiana. Per lui parlano i personaggi che ha magistralmente interpretato e con cui quasi si è confuso. Il pensiero corre inevitabilmente al ragioniere Ugo Fantozzi, al professore Krainz e al conte Giandomenico Fracchia. Paolo Villaggio è stato capace di conquistare davvero un’ampia fetta di pubblico, capace di riconoscere in lui la semplicità, però in grado di scatenare il riso e l’ironia. Inoltre, Villaggio è stato anche scrittore, sceneggiatore e doppiatore. Nel corso della sua lunga carriera ha potuto lavorare al fianco di autentici mostri sacri del cinema italiano ed internazionale del calibro di Federico Fellini, Mario Monicelli, Pupi Avati, Gabriele Salvatores e Lina Wertmuller.

“Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno” è diretto da Luciano Salce, noto anche come Pilantra. È uno dei primi grandi registi di commedie italiane, come confermerà qualche anno più tardi grazie a due film che hanno consacrato sia lui che lo stesso Paolo Villaggio: si tratta di “Fantozzi” e “Il secondo tragico Fantozzi”. La collaborazione del duo infatti sarà lunga e proficua, poiché se con “Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno” ci si concentrava più sugli equivoci erotici e in famiglia, con il personaggio di Fantozzi, tratto dai romanzi scritti sempre da Villaggio, si riuscì a trovare un soggetto che divenne empatico immediatamente con il pubblico.

La carriera di Salce però iniziò durante la seconda guerra mondiale, anche se all’epoca faceva l’attore. Il suo primo film fu “Un americano in vacanza” dove, diretto da Luigi Zampa, esordiva al cinema. Il momento del grande schermo durò molto poco, poiché Salce decise di intraprendere la carriera teatrale. Dopo qualche anno di spettacoli, il giovane Pilantra si ritrovò in Brasile dove alla fine diresse i suoi primi due film, “Uma pulga na balança” e “Floradas na serra”.

Una volta tornato in Italia fu notato dalla Rai grazie all’ideazione di un personaggio teatrale, tale Don Jack, che era nient’altro che un rifacimento del solito Don Giovanni ma in chiave strettamente moderna.

Tra gli altri film da regista di Salce, ricordiamo "Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue", del 1969, seguito de "Il medico della mutua", film del 1968 diretto da Luigi Zampa, entrambi interpretati da Alberto Sordi 

Il protagonista di Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno” resta comunque Villaggio, che al cinema portò una ventata di freschezza, con una commedia che finalmente era libera da qualsiasi legame con le tradizioni o la religione. La sua forte presenza è palpabile in ogni suo lavoro, poiché oltre che attore, Villaggio era anche uno scrittore, sceneggiatore e persino doppiatore. 

Potrebbero piacerti
Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Cliccando su “Accetto” si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.   Leggi di più
Accetto
Registrati