Loading...
Roma Drogata - La Polizia Non Può Intervenire
Anno:  
1975
Regista:  
Lucio Marcaccini
Cast:  
Guido Alberti, Maurizio Arena, Ennio Balbo, Marcel Bozzuffi, Gianfilippo Carcano, Luigi Casellato, Eva Czemerys, Bud Cort, Umberto Raho, Leopoldo Trieste
Paese:  
Italia
Durata:  
88 min
0
3969
Storia
 
HD

Il film "Roma Drogata – La Polizia Non Può Intervenire" vede protagonista il commissario De Stefani (Marcel Bozzuffi), che indaga sul furto in una preziosa tabacchiera. In parallelo si sviluppa la vicenda di Massimo Monaldi (Bud Cort), un liceale spacciatore, che per aiutare gli amici tossicodipendenti, ruba la tabacchiera in casa della sua facoltosa fidanzata, che servirà solo per organizzare un droga party e i cui un giovane della Roma bene morirà.

Il ragazzo sua insaputa, diventa una pedina del commissario De Stefani, intenzionato a fare luce sul siciliano Buscemi, uno dei boss che a Roma controllano il traffico della droga. Quando uno degli amici di Massimo si uccide per overdose, proprio a causa della droga da lui procurata, De Stefani pensa di essere sul punto di scoprire chi c’è dietro, ma le cose inaspettatamente si complicano. Alte personalità, sia religiose che politiche, infatti, gli mettono il bastone fra le ruote e le spietate leggi dei trafficanti colpiscono tanto Buscemi quanto Massimo, lasciando il commissario a bocca asciutta. Il Commissario De Stefani, infatti, si ritrova a dover combattere con i poteri forti che hanno tutta l’intenzione di insabbiare vicende troppo compromettenti per la Roma bene.

Il film è l’opera prima e ultima dello sconosciuto Lucio Marcaccini, autore anche del soggetto e della sceneggiatura scritta insieme a Vincenzo Mannino e Jose Maria Sanchez. La pellicola - che nel cast vede anche Leopoldo Trieste -  viene considerata un b-movie per il mal riuscito tentativo di conciliare azione e impegno sociale. Lo svolgimento dell’azione, infatti, è troppo lenta e la storia eccessivamente didascalica per chi cerca spunti di riflessione sulle contestazioni degli anni Settanta. In quel periodo, infatti, il mondo giovanile puntava il dito contro il sistema capitalistico borghese, colpevole di appiattire l’uomo, dequalificare l’intellettuale e mercificare tutto, persino il pensiero e l’arte. il movimento giovanile degli anni Sessanta nacque nelle università americane, dove assunse anche i caratteri di un braccio di ferro per l’uguaglianza tra bianchi e neri. Il movimento prese piede anche in Europa e in Italia naturalmente. Ma al di là delle lacune contenutistiche, in "Roma Drogata – La Polizia Non Può Intervenire" non è tutto da buttare, a partire dalla colonna sonora psichedelica che porta la firma di Albert Verrecchia, e che vede la partecipazione anche di Tony Esposito (alle percussioni), I Cyan Three, i Baba Yaga, la virtuosa Edda dell’Orso e un giovanissimo Sammy Bardot. Bardot è stato uno dei conduttori televisivi più famosi tra gli anni Settanta e inizi anni Novanta, noto al grande pubblico anche come il nero dagli occhi tristi.

 

 

 

 

Potrebbero piacerti
Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Cliccando su “Accetto” si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.   Leggi di più
Accetto
Registrati