Loading...

Sergio Leone: il suo cinema e la sua storia in mostra a Roma

Eventi
published  20 Jun 2020

Sergio Leone: il suo cinema e la sua storia in mostra a Roma

Una mostra allestista in occasione dei 90 anni dalla nascita e i 30 dalla scomparsa del regista italiano, famoso per aver riscritto la storia del cinema western

Ha riaperto i battenti e sarà visitabile fino al 30 agosto 2020 la mostra “C’era una volta Sergio Leone”, all’Ara Pacis di Roma, allestista in occasione dei 90 anni dalla nascita e i 30 dalla scomparsa del regista italiano. L’esposizione era stata inaugurata il 17 dicembre 2019, ma ha poi chiuso nel periodo di lockdown stabilito per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Il titolo della mostra, “C’era una volta Sergio Leone”, è estremamente evocativo, visto che richiama i film più famosi del regista romano: a cominciare da “C'era una volta il West”, ma non solo. Il film del 1968 è uno dei simboli di quel genere definito western all'italiana, sceneggiato dallo stesso Leone e Sergio Donati, con le musiche di Ennio Morricone. Si tratta del primo episodio della trilogia del tempo, seguito da altri due grandi capolavori: “Giù la testa” del 1971 e “C'era una volta in America” del 1984.

La mostra promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è arrivata in Italia dopo il successo dello scorso anno alla Cinémathèque Française di Parigi, che ha co-prodotto l’allestimento di questa esposizione assieme alla Fondazione Cineteca di Bologna.

Un percorso espositivo estremamente curato e dettagliato, che racconta tutto l’universo Sergio Leone, a cominciare dalla sua famiglia. Il padre, è stato un regista nell’epoca d’oro del film muto italiano con lo pseudonimo di Roberto Roberti, tanto che Leone firmerà “Per un pugno di dollari” con la versione anglofona di quello pseudonimo, Bob Robertson, proprio per ricordarlo e omaggiarlo. Il percorso della mostra, ricco di contenuti, è stato curato dal direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli, in collaborazione con Rosaria Gioia e Antonio Bigini.

Sergio Leone ha avuto un percorso artistico importante a cominciare dai peplum, filone storico-mitologico del cinema, per poi rivedere completamente il genere western, che ha riscritto segnando la storia del cinema, con il culmine in “C’era una volta in America”. Quando morì, il 30 aprile 1989, a soli 60 anni, Leone stava lavorando a una pellicola sull'Assedio di Leningrado durante la Seconda guerra mondiale. Un progetto di proporzioni grandiose, di cui restano solo poche pagine. Leone, infatti, non scriveva o lo faceva molto poco, e preferiva trasmettere a voce agli sceneggiatori, ai produttori la sua narrazione. Nonostante questo, la sua eredità cinematografica e artistica è immensa, e molti registi contemporanei hanno ammesso di aver imparato tanto da lui, da Martin Scorsese a Steven Spielberg, da Francis Ford Coppola a Quentin Tarantino, passando per George Lucas e Clint Eastwood. Quest’ultimo, da attore, è stato protagonista della trilogia del dollaro con le pellicole “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più” e “Il buono, il brutto, il cattivo” (e proprio una sua immagine è stata utilizzata per la locandina della mostra). Nel 1992 Eastwood, regista e interprete de “Gli spietati”, inserì nei titoli di coda la dedica "A Sergio", proprio per esprimere gratitudine e rispetto per questo pezzo di storia del cinema mondiale.

La mostra in programma all’Ara Pacis fino al prossimo 30 agosto, è realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà, Ministère de la culture (Francia), CNC-Centre national du cinéma et de l’image animée, SIAE e grazie a Rai Teche, Leone Film Group, Unidis Jolly Film, Unione Sanitaria Internazionale, Romana Gruppi Elettrogeni Cinematografici.

 

Condividi  
other_news
Sergio Rubini, premio alla carriera all’Ischia Film Festival
Eventi
published  28 Jun 2020
Sergio Rubini, premio alla carriera all’Ischia Film Festival

Tra gli ospiti di questa edizione ci sono Marco D’Amore, Giampaolo Morelli, Lillo Petrolo, Alessandro Roja, e molti altri protagonisti del cinema italiano e internazionale

read more
Cinema, Estate 2020: tra streaming e drive in
Eventi
published  28 Jun 2020
Cinema, Estate 2020: tra streaming e drive in

Nell’estate 2020 il cinema sarà Drive In e pellicole in streaming, ecco una guida per non perdersi i film migliori

read more
Far East Film Festival : c’è il cinema sudcoreano con “Ashfall”
Eventi
published  24 Jun 2020
Far East Film Festival : c’è il cinema sudcoreano con “Ashfall”

Il film sarà presentato il 26 giugno 2020 al Far East Film Festival come “International Festival Premiere” in attesa di essere distribuito, prossimamente, in Italia da Minerva Pictures

read more
Back to news
Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Cliccando su “Accetto” si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.   Leggi di più
Accetto